Regione Piemonte

Aggiornamento emergenza "COVID-19" - Decreto Regionale n. 34 e comunicazione chiarificativa, Ordinanza del 20-03-2020 del Min. della Salute, Avviso chiusure nel Comune di Terruggia

Pubblicato il 20 marzo 2020 • Emergenza 15030 Terruggia AL, Italia

Decreto

Si allega decreto n.34 del 21-03-2020 del Presidente della Giunta Regionale; il decreto prevede ulteriori restrizioni valide fino al 3 aprile.

Le nuove disposizioni:

  • I mercati saranno possibili solo dove i sindaci potranno garantire il contingentamento degli accessi e il non assembramento, anche grazie all’utilizzo di transenne e sempre con il presidio costante dei vigili urbani;
  • L’accesso agli esercizi commerciali sarà limitato ad un solo componente del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altre persone;
  • Chiusi gli uffici pubblici e gli studi professionali, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali ed indifferibili (oltre alla possibilità di attuare lo smart working);
  • Vietati gli spostamenti verso le seconde case;
  • Vietata la sosta e l’assembramento davanti ai distributori automatici “h24” che erogano bevande e alimenti confezionati;
  • Blocco delle slot machine e disattivazione di monitor e televisori da parte degli esercenti;
  • Fermata l’attività nei cantieri, ad eccezione di quelli di interesse strategico;
  • Vietato l’assembramento di più di due persone nei luoghi pubblici;
  • Restano aperte le edicole, le farmacie, le parafarmacie e i tabaccai (dove dovrà essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro);
  • Ove possibile, dovrà effettuarsi la rilevazione sistematica della temperatura corporea presso i supermercati, le farmacie e i luoghi di lavoro.

 

Chiarimenti di interesse generale per il Decreto Regionale 34

Si allegano chiarimenti di interesse generale, provenienti dalla Regione Piemonte, per il decreto n. 34.

 

Ordinanza

Si allega l'ordinanza del 20-03-2020 del Ministro della Salute. Prevede ulteriori restrizioni, valide dal 21 marzo 2020 al 25 marzo 2020, per tutto il territorio nazionale.

In sintesi:

a) è vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici;

b) non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona;

c) sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consiunarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro;

d) nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quegli altri che immediatamente precedono o seguono tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

 

Avviso alla cittadinanza

Si allega avviso alla cittadinanza circa le chiusure legate alle restrizioni vigenti per l'emergenza "Coronavirus".

a) Decreto n. 34 del 21-03-2020 del Presidente della Giunta Regionale

Allegato 4.52 MB formato pdf
Scarica

b) Chiarimenti decreto n.34

Allegato 202.00 KB formato pdf
Scarica

c) Ordinanza 20-03-2020 del Ministro della Salute

Allegato 157.00 KB formato pdf
Scarica

d) Avviso alla cittadinanza

Allegato 145.00 KB formato pdf
Scarica